Vieste

Vieste

Vieste è la perla del Gargano. Vanta un centro storico medievale tutto da scoprire, un caratteristico ricamo di pietra, fatto di stradine scoscese, scalinate e archi sottili. Con oltre due milioni di presenze all’anno, si conferma la regina del turismo in Puglia. Sorge su un promontorio roccioso che divide in due la costa garganica. Qui la pietra si sbriciola lentamente verso il mare, disegnando un litorale tra i più belli d’Italia, fatto di baie nascoste, grotte marine, alte falesie candide, spiagge sabbiose e pinete. L’inconfondibile sperone roccioso di Pizzomunno è il simbolo della bella Spiaggia di Castello, una candida distesa di sabbia, che conduce alla Spiaggia dei Pipistrelli, quella di San Felice e la graziosa Baia dei Campi. È imperdibile, infine, la spiaggia di Vignanotica, famosa per la sua falesia che cade a picco nell’Adriatico e le affascinanti grotte marine. Da qui, la scoperta continua, a bordo di un traghetto, diretto alle Isole Tremiti.

La concattedrale di Santa Maria Assunta sorge in una delle zone più alte della città; in stile romanico-pugliese fu edificata attorno all’anno 1000. L’edificio fu danneggiato molte volte con il passare dei secoli, ma una recente restaurazione ha permesso di conservare questo patrimonio storico e architettonico. L’antica Merinum, necropoli paleocristiana della Salata costituita da oltre 300 tombe collocate in ipogei, è databile al III secolo a.C. ed è considerata la più maestosa e suggestiva dell’intero bacino mediterraneo. Il borgo antico è dominato dal Castello Svevo voluto da Federico II, costruito su ruderi angioini, che sorveglia il borgo dall’altura, con la sagoma imponente dal colore bruno. Il comune è situato nella parte più orientale del promontorio del Gargano. A pianta triangolare, fu edificato nel 1242; si erge a strapiombo sulle rocce calcaree che affacciano sul mare. Le tre punte del suo perimetro sono rinforzate dai caratteristici bastioni a punta di lancia. 

Collocata nella zona più a est del centro storico della città, e annessa all’attiguo convento, la chiesa di San Francesco affaccia sul mare cristallino del Gargano da un’omonima scogliera rocciosa: Punta San Francesco. Il Seggio o Sedile di San Giorgio, era una bassa costruzione a base quadrata dalla quale sporgevano due ampie arcate, ed era sormontato da una torre con l’orologio; all’epoca era il palazzo municipale. I trabucchi sono una presenza tipica della sua costa. Queste antiche macchine da pesca fatte di legno, corde e carrucole sfruttano le migrazioni dei branchi di pesci da nord a sud del mare Adriatico. Famosa anche per le sue grotte marine, ampie cavità dalle quali si insinuano le acque del mare che, grazie a giochi di luce, acquistano meravigliosi riflessi e colori, e regalano scenari mozzafiato.

  • 184
  • Commenti disabilitati su Vieste

Tags

Registrati Pugliadvisor – La prima guida enogastro-comica pugliese

I dettagli dell'account verranno confermati via e-mail.

Reset Your Password